Teatro del Torrino
Franco Ruffini

Franco Ruffini

FRANCO RUFFINI

Laureato in Fisica alla Sapienza – Università di Roma, ha insegnato matematica e fisica ai licei, per poi appassionarsi e dedicarsi al teatro. Ha insegnato “Semiologia dello spettacolo” al DAMS di Bologna e poi “Storia del teatro e dello spettacolo”, “Panorama del teatro contemporaneo”, “Maestri del teatro”, “Teorie dell’attore” e altre discipline collegate all’Università degli Studi Roma Tre. È anche stato direttore del Dipartimento Comunicazione e Spettacolo nella stessa università. 

Nel 1976 ha collaborato alla relazione ufficiale dell’UNESCO in occasione dell’Atelier internazionale del terzo teatro a Belgrado. È uno dei fondatori dell’ISTA[1], organizzazione di ricerca di antropologia teatrale fondata nel 1979 e diretta da Eugenio Barba, con la quale collabora all’University of Eurasian Theatre. Ha pubblicato due romanzi sperimentali (Entro il margine d’errore, nel 1970, presentato da Giorgio Manganelli, e Analisi armoniche, nel 1973, presentato da Gian Carlo Roscioni, entrambi nella collana “La ricerca letteraria” dell’Einaudi) e scritto diversi radiodrammi (tra cui Variando presentato al 22° e Piccole abilità presentato al 28° Prix Italia) e altre opere teatrali sperimentali. 

Dopo essersi occupato di semiotica, di teatro rinascimentale e di spazio scenico nel XVIII secolo, si è occupato prevalentemente di teatro del Novecento, in particolare del lavoro dell’attore, studiando Konstantin Sergeevič Stanislavskij, Antonin Artaud, Jerzy Grotowski, Edward Gordon Craig, Jacques Copeau, Émile Jacques-Dalcroze, Étienne Decroux, Tadeusz Kantor, lo stesso Eugenio Barba e altri, e diventando con Ferdinando Taviani, Fabrizio Cruciani, Mirella Schino, Claudio Meldolesi, Ferruccio Marotti, Eugenia Casini-Ropa e Nicola Savarese uno dei suoi specialisti più noti anche all’estero. Collaboratore di riviste quali “Biblioteca Teatrale”, “Prove di drammaturgia”, “Primafila”, “Quaderni di teatro”, “Cultura teatrale”[2], “Teatro e Storia” (rivista[3] che ha fondato e dirige insieme ad altri dal 1986), ha anche scritto prefazioni e postfazioni a diversi libri di critica, storia e teoria del teatro.